16.06.2019 – SS Trinità: LA TRINITÀ GIÀ QUI RACCHIUSA

16.06.2019 – SS Trinità: LA TRINITÀ GIÀ QUI RACCHIUSA

Pubblicato da Stefano, Con 0 Commenti, Categoria: Editoriali, Liturgia,

Padre veramente santo, fonte di ogni santità, santifica questi doni con l’effusione del tuo Spirito perché diventino per noi il corpo e + il sangue di Gesù Cristo nostro Signore. (Canone II della Messa)

O divina Trinità raccolta e racchiusa in un piccolo pezzo di pane.

Prima di tutto: dove e perché nascondi la tua grandezza? Come crederti il tutto in questo niente davanti a me? Di quale Dio si tratta?

Sono gli interrogativi normali di fronte all’incomprensibile!

Tu sei grande così, per queste trovate uniche al mondo!

Ma allora ti chiedo: chi è l’uomo se per esso hai escogitato questo stratagemma?

L’uomo è il tuo “tu” col quale puoi parlare. Le tue parole non sono per te ma per lui: le parole tue che fanno eco in me, riportano me a te!

Ma come parli nell’Eucaristia? Parli tacendo perché il tuo dire è già un fare.

Pane è per mangiare ed esso si trasforma in sangue di chi lo riceve.

Pane dice corpo che si dona in chi mangiandolo consuma la sua vita per amare.

Chi ama non parla perché l’amore è già parola.

Io che sono qui ad ascoltarti – davanti ad un tabernacolo – provo a guardare ma non vedo se non con gli occhi dell’anima.

È grande colui che donando vita a tutto, poi si pone al livello più basso.

Ed è stupire, sconcertare.

Pochi entrano in questo mistero. Per entrare bisogna non avere più nulla. Non importa se errori e peccati hanno minato la fragile esistenza dell’uomo…qui c’è chi ha dato la sua vita per Lui.

Egli accoglie in sé chi ha venduto tutto, per forgiarlo in dono perenne in terra oggi, domani in cielo come è la Trinità già qui racchiusa.

Ma che pur sempre di Trinità si tratta.

(dip)

WP-Backgrounds by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann