-20 giorni! 2^ PUNTATA: il gruppo culturale, le signore del martedì, il tempo donato …

-20 giorni! 2^ PUNTATA: il gruppo culturale, le signore del martedì, il tempo donato …

Pubblicato da Stefano, Con 0 Commenti, Categoria: Aspettando la festa,

Il gruppo culturale

Cosa si fa questa o quella sera? E mentre si snodano i giorni della festa si prova a coprire le serate con qualcosa che possa intrattenere positivamente le persone che arrivano. E allora queste serate sono come dei momenti belli senza essere stucchevoli, corposi senza essere pesanti, ricreativi senza per questo essere distrattivi.

E non è sempre facile comporre ciò che è cosa seria con ciò che potrebbe sembrarlo di meno! È importante invece prendere l’uomo come essere intero e non diviso tra religioso e meno. L’uomo è sempre uomo che deve trovare la sua  unità in ciò che è bello e che lo fa pensare ma anche lo diletta.

Le signore del martedì

È un capannone ma da un anno e più è diventato come una “casa” dove si ritrovano varie “signore” per preparare gli addobbi di una festa talmente sentita da tirar fuori di casa tutte le settimane. È diventato un incontro tra amiche non però per fare chiacchiere ma per lavorare e sodo.

Si tratta di realizzare elementi che si moltiplicano per cento e tutti rifiniti a mano. Ed è perfino commovente vedere con quanta passione si lavora. Dire grazie è perfino poco se si considera che anche il risparmio è enorme. Solo chi vive concretamente la vita di casa sa come ci si comporta in momenti di ristrettezza. E si mette a lavorare con costanza …e bene.

È dimostrato, ancora una volta, che ogni lavoro, anche il più nascosto ma fatto per amore, diventa prezioso e porta frutto. Questo sacrificio è compensato prima di tutti dalla gioia interiore e anche dalla riconoscenza di tutti.

Il tempo donato e un’offerta preziosa

Si sente dire spesso: io non ho possibilità di fare offerte in denaro, ma se c’è da fare qualcosa lo faccio volentieri.

È la realtà del gratuito che sta nel cuore di ognuno. Non è fare le cose senza essere pagati ma accettare come paga quella gioia che arriva dentro quando si dona qualcosa. È il sacrificio di sé che ha valore più di ogni cosa.

È bello pensare che io posso fare qualcosa di bello e di gratuito per il bene di tutti. È un principio che non dovrebbe mai tramontare nell’ambito della storia dell’uomo. Finché regge si può continuare a sperare e a credere.

dip

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-Backgrounds by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann