28.03.2021 – Domenica delle Palme: Ognuno di noi è un principe agli occhi di Dio

Pubblicato da admin, Con 0 Commenti, Categoria: Editoriali, Liturgia,

La vita non è un’ombra.
«Cari giovani, in un tempo che così grandemente ci mette alla prova, costringendoci all’isolamento, alla chiusura, talvolta alla solitudine forzata il rischio che brutti pensieri affollino la nostra mente, cercando di convincerci che la nostra vita è inutile, è vana, è impalpabile e senza significato, che la nostra vita sia solo un’ombra, è un rischio concreto e molto pericoloso».
Non lasciarsi tentare al Maligno.
«Non ascoltate mai la voce dell’ Accusatore, non lasciatevi tentare dalle parole del Maligno che cercano di screditare e denigrare ai vostri occhi la vita che vi è stata donata, la famiglia in cui siete nati e in cui state crescendo, i genitori che avete; non lasciatevi mettere all’angolo da chi trama il male per voi, facendosi largo tra i pensieri e dicendovi che la vostra vita non vale, che voi non siete importanti, che non c’è futuro che valga la pena di essere vissuto.
È una menzogna, ve lo dico con forza, è una grandissima menzogna e la vita di San Giuseppe ce lo ricorda, a tutti, ma in particolare a voi: l’Altissimo dà vita anche alle ombre, l’Altissimo dà vita anche alle ombre».
Principi agli occhi di Dio.
«Carissimi ragazzi Dio è l’unico e il solo in grado di trasformare il nostro lutto in gioia, la nostra povertà in ricchezza, la nostra indigenza in regalità.
Ognuno di noi è un principe agli occhi di Dio, comprato a caro prezzo, con il sangue versato per noi da Gesù.
Abbiate l’umiltà di riconoscervi fragili nelle vostre incongruenze e in esse accogliere l’opera creatrice di Dio che, come ha preso la vita di un semplice falegname e l’ha reso segno e presenza della Paternità di Dio per ciascuno di noi, così farà con la vita di ciascuno di voi, nella missione di vita a cui siete chiamati».
Fidarsi dei sogni di Dio.
«il mondo ha bisogno di giovani coraggiosi che, come Giuseppe, non abbiano paura di accogliere la vita, seppur burrascosa, difficile, incomprensibile e imparino a viverla all’ombra del Padre, lasciando a Lui la guida, affinando l’orecchio per riconoscere la voce dell’ Altissimo, fidandosi dei sogni di Dio per ciascuno di noi, con semplicità e risolutezza, con umiltà e coraggio, con timor di Dio e assunzione di responsabilità».
(sito diocesano – Card. Bassetti ai giovani nella Veglia Quaresimale 2021)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-Backgrounds by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann