La parola che da luce

La parola che da luce

Pubblicato da admin, Con 0 Commenti, Categoria: Articoli,

Da alcuni anni andiamo regolarmente a trovare i carcerati nella più grande prigione di Onitsha. Parliamo con loro, ascoltiamo i loro bisogni e le loro confidenze, cerchiamo di aiutarli in vario modo e portiamo anche la Parola di Vita che 400 di loro ricevono volentieri e cercano di vivere. Uno di loro ci ha raccontato : “Sono figlio di un docente universitario. Durante l’università ho cominciato a frequentare cattive compagnie e a fare cose che alla fine mi hanno portato in prigione. Qui ho conosciuto voi e ho cominciato a provare a vivere le parole del Vangelo, come ‘Ama il prossimo tuo come te stesso’. Questa si è incisa profondamente nella mia anima e ho deciso di cominciare a imparare come si fa ad amare e a farne l’esperienza. Prima non lo sapevo e non ero abituato a dimostrare affetto, neppure ai miei genitori, alla mia famiglia, agli amici.

Ho iniziato ad amare i miei compagni di cella, condividendo con loro il cibo ricevuto. Sto sperimentando che, anche se lo stomaco è più vuoto, il cuore è molto più pieno. Pian piano sto imparando come si fa ad amare e ve ne sono molto grato”.  (R.K., Nigeria)

 

WP-Backgrounds by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann