Soggiorno Estivo: Martedì 10.07 e Mercoledì 11.7.2018 PERCHÉ’ GESÙ’ SIA PRESENTE (dai Padri della Chiesa)

Soggiorno Estivo: Martedì 10.07 e Mercoledì 11.7.2018 PERCHÉ’ GESÙ’ SIA PRESENTE (dai Padri della Chiesa)

Pubblicato da Stefano, Con 0 Commenti, Categoria: Articoli,

Basilio: «Coloro che si riuniscono nel nome di qualcuno devono conoscere bene la volontà di chi li ha riuniti e conformarsi ad essa…Ricordiamo cosa dice San Paolo: “Vi scongiuro… che vi comportiate in maniera degna della vocazione con cui siete stati chiamati… studiandovi di conservare l’unità dello spirito nel vincolo della pace. Un corpo solo e uno spirito solo…”. Per lui dunque fare la volontà di Dio è condizione per aver Gesù fra noi.

Giovanni Crisostomo: Spiega la frase «dove infatti due o tre sono riuniti nel mio nome, Io sono io in mezzo a loro» dicendo: «Che dunque? Non vi sono forse due o tre riuniti nel nome suo? Vi sono, sì, ma raramente. Infatti (Gesù) non parla semplicemente di riunione (materiale)… Ciò che Egli dice ha questo significato: se qualcuno mi tiene come causa principale del suo amore verso il prossimo, io sarò con lui… Oggi invece vediamo che la maggior parte degli uomini hanno altre motivazioni alla loro amicizia: uno ama perché è amato; un altro perché è stato onorato; un altro perché qualcuno gli è stato utile in qualche affare terreno; un altro per altro analogo motivo. Ma è difficile trovare qualcuno che ami per Cristo, come si deve amare, il prossimo… Chi ama così (cioè per Cristo) … anche se è odiato, insultato, minacciato di morte, continua ad amare… Poiché così Cristo ha amato i nemici… con il più grande amore…». Per lui, quindi, l’amare come Gesù ha amato è la condizione per aver Gesù fra noi.

  • Tanti sono i raggi che conducono a Dio, ognuno cammina sul raggio della volontà di Dio su di Lui

Teodoro Studita: Trova nell’amore reciproco la condizione perché Gesù sia in mezzo agli uomini. «…Ti prego pertanto vivamente nel Signore – scrive – che tu non provveda soltanto alla tua solidità (di vita), ma che ti prenda cura anche dei fratelli: affinché tu sia amato da essi e a tua volta li ami, cosicché sarai amato e amerai. Dove è infatti la carità spirituale, qui è Cristo in mezzo, come ha promesso».

Origene: Pone come condizione per avere Gesù fra noi l’«accordo» di pensie­ro e di sentimenti, fra più persone, così da giungere – dice in modo magnifico ­ alla concordia che «unisce e contiene il Figlio di Dio». Egli afferma anche: «…Cristo, dove vede due o tre riuniti nella fede nel suo nome, va là ed è in mezzo a loro, attirato dalla loro fede e provocato dalla loro unanimità».

  • Prendersi cura dei fratelli e seminare concordia

 

WP-Backgrounds by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann